E-commerce su tablet

I CONSIGLI PER GESTIRE UN E-COMMERCE

L’attività di vendita dei propri prodotti online è sempre più frequentemente affiancata all’attività di vendita nel negozio, per ottimi motivi! L’acquisto dei prodotti online continua a crescere giorno dopo giorno ed è per questo che avere anche un e-commerce sembra l’unica soluzione per sopravvivere nel mercato di oggi.

Ma come gestire un e-commerce in modo corretto? E come rendere la propria piattaforma di vendita più visibile rispetto agli altri? Ma soprattutto: come riuscire a gestire al meglio contemporaneamente il negozio online e quello fisico?

A voi alcuni consigli che potrebbero risultarvi utili!


E-COMMERCE: COME CREARLO

Oltre alla scelta del template e alle altre scelte grafiche che “abbelliscono” la piattaforma online, nella creazione di un e-commerce ci sono da tenere a mente alcuni aspetti formali:

  • LAVORO DI SEO: la Search Engine Optimisation (ottimizzazione per i motori di ricerca) è quel lavoro che permette di posizionarsi tra i risultati di Google ad un livello più alto rispetto ai propri concorrenti, se fatta in modo corretto. La pagina più importante su cui lavorare è sicuramente la home page del proprio sito, perché è la prima pagina che viene esaminata da Google. In questa pagina devono quindi essere presenti le parole chiave che identificano il proprio prodotto, evitando di ripeterle un numero esagerato di volte solo per essere posizionati, pena il rischio di essere declassati da Google. Il motore di ricerca premia infatti i contenuti di qualità. Per cui oltre all’inserimento della parola chiave di per sé, cura anche la forma, il contesto in cui viene presentata,
  • INSERIMENTO DEI TITLE: all’interno di ogni pagina creata si dovrà inserire un H1, il titolo più importante, e poi a seguire gli altri titoli (H2 – H3 – …). Anche i titoli aiutano nel posizionamento del sito, infatti solitamente viene utilizzata per quello principale la keyword (parola-chiave) più importante, e poi le altre a seguire. Anche in questo caso è solito consigliare titoli accattivanti, dove possibile, così da attirare l’attenzione dell’utente.
  • URL: è preferibile che l’URL delle pagine sia parlante, solitamente contenendo la parola chiave e di riferimento della pagina che si è creata. Non è indispensabile, ma aiuta sempre per un miglior posizionamento.
  • OTTIMIZZAZIONE IMMAGINI: anche le immagini devono avere un proprio “titolo”. Questo perché Google premia l’inserimento di testo per spiegare l’immagine che si è inserita sia perché, nel caso in cui un user non riuscisse per qualsiasi motivo a caricare l’immagine, potrebbe comunque capire cosa è stato inserito, sia perché Google stesso non legge le immagini, legge solo il testo.

E-COMMERCE: COME GESTIRLO

Creare il proprio e-commerce è una cosa, già di per sé non così immediata, ma riuscire a gestirlo in modo adeguato è un’altra! Da tenere sempre sotto controllo per evitare disastri:

  • MAGAZZINO: il magazzino deve sempre essere ben fornito e, in caso di negozio fisico oltre che virtuale, è necessario sia anche sempre aggiornato sulle giacenze, per evitare di ritrovarsi a corto di articoli proprio nel momento del bisogno, perdere di conseguenza una vendita e, a volte, anche un po’ di credibilità. Non è sempre facile riuscire a controllare le scorte di magazzino per entrambe le realtà, ma esistono aiuti preziosi in questo senso, programmi che consentono di dimenticarsi di questa possibile problematica grazie alla completa automazione del lavoro di carico e scarico magazzino.
  • ARTICOLI: è importante che gli articoli siano ben presentati nella descrizione, includendo tutti quei dati che un qualsiasi acquirente vorrebbe poter avere (e non solo il prezzo finale!), con delle immagini accattivanti del prodotto stesso (anche queste con il TITLE descrittivo di cui abbiamo parlato sopra). Nel caso in cui si gestissero varianti in taglia-colore è bene farli visualizzare in modo semplice ed immediato all’utente. Risulta molto utile inoltre la gestione degli articoli correlati, che consente di “suggerire” al cliente cosa potrebbe piacergli in base a quello che sta guardando in un determinato momento. Sicuramente prestare attenzione al modo in cui si presentano i propri articoli è un plus alle possibilità di vendita.
  • PAGAMENTI: è necessario dare ai propri clienti la possibilità da pagare in diversi modi (carta di credito, paypal, carte prepagate, in contrassegno, …) e, se richiesta, bisogna essere in grado anche di emettere fattura.
  • SPEDIZIONI: affidarsi a uno o più corrieri seri è essenziale nel lavoro di vendita online. Solitamente i servizi che permettono anche la tracciabilità della spedizione sono quelli più sicuri, poiché permettono di monitorare il percorso del pacco e riuscire anche a tenere aggiornato il cliente, che si sentirà sicuramente rassicurato.

OLTRE ALL’E-COMMERCE:

Non basta mettere online il proprio sito e-commerce aggiornandolo di tanto in tanto con i nuovi articoli. È necessario anche creare delle campagne di sponsorizzazione al di fuori del proprio e-commerce per far confluire il traffico nel proprio sito.

Le newsletter e le campagne social sono i metodi migliori per attirare visitatori, soprattutto se si assicura uno sconto o un premio speciale in caso di acquisto. Ci sono moltissimi canali messi a disposizione nel web, è sempre bene capire quali sono i migliori per il proprio mercato e sapere quindi dove investire maggiormente.

Un consiglio? Controllare dove sono presenti la maggior parte dei nostri competitor! E poi provare, provare tantissimo.

Se pensi di aver bisogno di un aiuto in più per gestire il tuo e-commerce, scopri cosa ha pensato DUE Retail® per renderti tutto questo lavoro molto più semplice!

Leave a Comment